mercoledì 12 luglio 2017

Movimento Λeroporto TΛRΛNTO: BUD SPENCER A TARANTO

In occasione del triste anniversario, vogliamo ricordare due grandi brave persone: Bud Spencer e Luigi Albisinni.
Movimento Λeroporto TΛRΛNTO: BUD SPENCER A TARANTO: Bud SPENCER con la sua dolcissima moglie è venuto a Taranto per appoggiare la candidatura a sindaco dell'amico (da una vita) del...

mercoledì 24 maggio 2017

SOCIETÀ AMERICANA INVESTE 220 MILIONI PER VOLI IN AEROPORTO DI TARANTO

il nuovo cda di AdP
Oggi incontro tra la Regione Puglia e il cda di AdP. Questo un sunto delle questioni più importanti:


Una importante società americana è disposta ad investire su Aeroporto di Taranto 220 milioni di € (pare per voli charter legati alle crociere).
Qualunque operazione deve però partire - ha rassicurato Stefanazzi - dal garantire ai pugliesi un servizio aeroportuale idoneo, sempre migliore, con maggiori destinazioni rivolte anche ai turisti. In questa ottica va considerata anche la valutazione degli asset di Foggia e Grottaglie, che non sono mai stati esclusi da un piano di sviluppo".
"Oggi siamo nella fase della valutazione - ha aggiunto Onesti - di tutte le opzioni esistenti sul mercato. Faremo le cose che servono a questa azienda nel rispetto della crescita sociale e non solo dei numeri".
L’esponente del Pd Michele Mazzarano, ha anche sollevato la questione aeroporto Grottaglie, che è abilitato tanto al trasporto industriale quanto a quello civile. “Dobbiamo capire come conciliare lo sviluppo della già ampiamente definita vocazione industriale e avvio dei voli civili”, ha detto. “La pista di Grottaglie è una delle più lunghe del Sud Europa e, quindi, adatta anche ai voli intercontinentali. Non vogliamo certo l'aeroporto sotto casa, ma nel caso di Grottaglie si può immaginare uno sviluppo integrato che valorizzi le sue potenzialità”. “Questo, ovviamente, può valere – ha concluso - anche per altri aeroporti minori come quello di Foggia”.

Chiuso il dialogo tra AdP e Gesac, la società che gestisce l'aeroporto di Napoli. E' quanto emerso oggi nella commissione Affari generali del Consiglio regionale, riunitasi per affrontare le ipotesi di privatizzazione della società partecipata della Regione che gestisce gli scali aeroportuali pugliesi. Ai lavori sono intervenuti, tra gli altri, il capo di gabinetto del presidente della Giunta regionale, Claudio Stefanazzi, ed il presidente del consiglio di amministrazione di AdP, Tiziano Onesti. In particolare Stefanazzi, che a novembre dello scorso anno aveva già chiarito in audizione la non esistenza di una fusione tra società, ha ribadito che si stava valutando la nascita di un polo di aggregazione meridionale e che Gesac chiudendo il rapporto di scambio di informazioni con AdP ha poi fatto scelte imprenditoriali che hanno portato Ryanair ad aprire una base a Capodichino. Siamo ad oggi oggetto - ha aggiunto Stefanazzi - di molte sollecitazioni ed è giusto che siano definite e valutate per accertare quali potrebbero essere le strategie di crescita di Adp.
Il sistema aeroportuale pugliese ha fatto passi da gigante nell'ultimo decennio, contribuendo a fare della Puglia la regione più attrattiva sul piano turistico. Aver deciso di confermare il contributo annuale a Ryanair ne è la dimostrazione. La Regione continua a dare il massimo, ma questo regime ha bisogno di aprirsi alle esigenze del mercato. È bene, pertanto, tenere aperta una ricerca senza soluzioni preordinate e senza pregiudizi”. A dichiararlo è il presidente del gruppo regionale Pd, Michele Mazzarano, a margine dell’audizione di oggi, in seconda commissione consiliare, dei vertici di Aeroporti di Puglia. Un confronto serrato con i consiglieri regionali, che ha visto la partecipazione del presidente Tiziano Onesti e della consigliera Beatrice Lucarella, del direttore generale Marco Franchini e del direttore amministrativo Patrizio Summa, oltre che del capo di gabinetto della Regione Puglia, Claudio Stefanazzi.