mercoledì 31 agosto 2011

Solidarietà dal Consiglio Comunale di Grottaglie al M.A.T.

ricevo con piacere (e ringrazio) il cons. com. Vincenzo Del Monaco che mi ha fatto pervenire un documento del Consiglio Comunale di Grottaglie per la manifestazione Taranto-World.
PRESIDENTE
 L'ordine del giorno è approvato. Il secondo ordine del giorno così come anticipato è stato presentato al tavolo della presidenza il seguente testo: ricordo che era un atto, una dichiarazione a sostegno della manifestazione organizzata dal Movimento Aeroporto Taranto, all'ingresso dello aeroporto Arlotta di Grottaglie. Il testo recapitato è il seguente: «Il Consiglio Comunale di Grottaglie riunito nella seduta del 28/07/2011 si dichiara solidale con la manifestazione organizzata in data odierna dal movimento aeroporto Taranto, auspica l'istituzione di un tavolo di concertazione, si dichiara favorevole allo sviluppo dell'aeroporto Arlotta, presente sul territorio di Grottaglie». Era una dichiarazione di sostegno. Prego Consigliere Del Monaco.
 Consigliere DEL MONACO
 Era solo un presidio presso l'aeroporto di Grottaglie quello di oggi per l'apertura al traffico civile. L'associazione Taranto vola che si è costituita è diventata movimento aeroporto di Taranto ormai sono un paio di anni che opera nella città di Taranto e nella provincia di Taranto e si adopera come come soggetto propulsore per la riapertura ai voli civili dell'aeroporto di Grottaglie. In quanto primo firmatario e proponente di questo ordine del giorno, ritengo opportuno portare l'attenzione del Consiglio questa tematica, in quanto a mio avviso fino ad ora ci troviamo in una situazione a dire poco paradossale nel senso che in presenza di finanziamenti, di dichiarazione di intenti, di relative deliberazioni da parte della Regione Puglia e di Aeroporti di Puglia in merito allo sviluppo e di apertura non solo di voli civili ma anche di voli cargo dello aeroporto di Grottaglie allo stato delle cose, l'aeroporto di Grottaglie è in uno stato morente, c'è una stazione passeggeri che è inattiva, il traffico è esclusivamente limitato al traffico militare e della Alenia. Riteniamo opportuno che la tematica aereoportuale ritorni ad essere prioritaria nell'ambito della assise comunale, del comune ospitante l'aeroporto di Taranto e soprattutto riteniamo che si debba una volta per tutte togliere di mezzo quelle reticenze, quei dubbi posti da parte della maggioranza, ricordo le posizioni un po' ondivaghe del Consigliere Lacava, per esempio, in merito allo sviluppo dell'aeroporto di Grottaglie.

PRESIDENTE
 La devo fermare Consigliere Del Monaco perchè l'argomento dell'ordine del giorno proposto è una manifestazione di sostegno alla manifestazione svolta, che si sta svolgendo, se entriamo nel merito della discussione dell'aeroporto non ne usciamo più. Avremo modo di discuterlo ed approfondirlo in data 23 novembre dell'anno scorso abbiamo avuto un Consiglio Comunale monotematico alla presenza del Presidente di Aeroporti di Puglia, dell'Assessore Regionale, dei rappresentanti anche di Taranto vola gradirei di limitarci questa sera ad approvare questa dichiarazione di sostegno alla manifestazione che non so se è ancora in corso ma che si è svolta questa sera. Prego Consigliere D'Alò.
Consigliere D'ALO'
 Su questa questione io mi sento vicino alle persone che manifestano degli intendimenti, chiaramente non conosco quella che è la questione politica posta o la richiesta ufficiale fatta dal movimento, tuttavia, credo che si debba approfondire il contenuto della protesta quindi...
 PRESIDENTE
 In sostanza è quello che ha detto il Consigliere Del Monaco all'inizio che sta lavorando e combattendo anche insieme alla provincia ai rappresentanti regionali la riapertura della aeroporto di Grottaglie Taranto ai voli civili.
 Consigliere D'ALO'
 Io nel merito avrei anche delle cose da dire, siccome qui si chiede il sostegno ai cittadini che protestano, io sono vicino a tutte le forme di espressione delle opinioni, quello che è, però credo che su questo argomento magari mi faccio anche io portatore, sia forse il caso di ascoltare ciò che hanno da dire questi cittadini magari portando un ordine del giorno concedendo loro di esprimere le opinioni, ad oggi non conosco i termini della protesta, nè la richiesta politica ed apprendo genericamente e mi fido di quello che riporta il collega Del Monaco con l'ordine del giorno ma semplicemente come apporto morale ai cittadini, nel merito io non mi sento di esprimere una opinione favorevole o contraria alla richiesta perchè non la conosco, tuttavia i cittadini da parte di questo Consiglio quando hanno delle questioni da...
 PRESIDENTE
 Non vorrei sbagliarmi Consigliere D'Alò ma credo che la richiesta di ordine del giorno è firmata anche da lei.
 Consigliere D'ALO'
 Ho detto solo che mi riporto alla richiesta di sostegno per la manifestazione. Faccio questa precisazione, perchè i termini della richiesta nel merito non li conosco, per cui non posso assolutamente riportarmi alle richieste ma semplicemente al sostegno morale ai cittadini. Questo intendo precisare e il motivo per cui ho chiesto la parola. Grazie.
 PRESIDENTE
 Grazie Consigliere D'Alò. Prego Consigliere Lacorte.
 Consigliere LACORTE
 Fermo restando il diritto dei cittadini previsti dalla costituzione di esprimere le loro opinioni nelle forme previste dalla legge, pertanto le rispetto, l'ordine del giorno a me sembra troppo confuso per essere sostenuto dal Consiglio Comunale, non è che una qualsiasi protesta a prescindere dall'argomento e da come viene fatta, può essere condivisa, ma merita il rispetto perchè una manifestazione di opinione e di proposta, ma l'obbligo della condivisione non esiste, tra l'altro su un argomento su cui effettivamente abbiamo bisogno di capire di che si tratta. Se si tratta della apertura dell'aeroporto al volo anche civile non è che l'aeroporto è chiuso al volo civile, il punto è altro, chi lo fa? Con quale risorse? E a spese di chi? E se permettete prima di impegnare questa assise a garantire qualsiasi apertura e qualsiasi costo, io ci vorrei un po' discutere perchè vorrei capire con quale risorse questo si fa? Ribadisco a spese di chi? E se la priorità è consentire a qualcuno di fare gli investimenti con i soldi di tutti, perchè io ho l'impressione che le imprese, gli imprenditori devono essere tali, è troppo facile chiedere sempre al pubblico, ricordiamoci di cosa abbiamo discusso prima nel bilancio per quello che ci riguarda proprio l'assenza di motivazioni convincenti mi porta a votare contro, per quello che riguarda questa proposta, perchè non è argomentato, non è motivato, non è convincente, perchè vorrei sapere chi lo apre con i soldi e per che cosa? Stante che c'è invece da approfondire il ragionamento sul piano regionale, stante il fatto che c'è una regione che sta lavorando per rafforzare i charter che sta lavorando sulla mission in particolare per il trasporto merci di questo aeroporto che forse ai fini della economia e dello sviluppo di questa società forse ci potrebbe essere più utile. Ecco Sindaco è forse il caso di avere una seduta monotematica sull'aeroporto in cui lo approfondiamo in tutti i suoi aspetti, per evitare degli ordini del giorno improvvisati anche un po' demagogici dal mio punto di vista.
 PRESIDENTE
 Grazie Consigliere Lacorte. Prego Consigliere Trivisani.
Consigliere TRIVISANI
 Come Italia dei Valori noi appoggiamo la proposta presentata, l'ordine del giorno presentato qui in Consiglio dal Consigliere Del Monaco, appoggiato convintamente perchè riteniamo, ritengo parlo a nome della Italia dei Valori che Taranto vola, che oggi è un movimento mi sembra di capire abbia dato l'input perchè si inizi a riparlare dell'aeroporto di Grottaglie, ha dato l'input di parte politica di Centro Destra e Centro Sinistra di far sentire la voce del territorio, oltre a questo condividiamo l'iniziativa del movimento Taranto vola perchè finisca questa storia dello aeroporto di Grottaglie chiusa sia ai cargo che ai voli civili, perchè riteniamo importante che il movimento si muova con la parte politica, la parte sana del territorio.
PRESIDENTE
 Grazie Consigliere Trivisani. Prego Consigliere Nisi.
Consigliere NISI
 Parlo a nome personale perchè non mi sono rapportato con gli amici, l'iniziativa che è stata portata dal Consigliere Del Monaco, la sottoscrivo perchè si parla solo non di impegni economici, ma anche perchè già presi e qui abbiamo fatto un Consiglio Comunale monotematico, la politica si sta interessando, qui solo dare un apporto di solidarietà a questo movimento perchè l'aeroporto di Taranto possa prima o dopo decollare. Solo questo. Il resto poi impegni economici e quanto altro non è competenza di questa assise, ma è di competenza sia della regione, sia della provincia, con l'apporto anche del nostro comune. Pertanto mi sento di dare in pieno la solidarietà a questa manifestazione che si è tenuta questa sera.
Consigliere PALMIERI
 Condivido anch'io la proposta fatta dal Consigliere Nisi, non ci eravamo sentiti ma mi associo alla sua riflessione.
 PRESIDENTE
 Grazie Consigliere Palmieri. Consigliere Donatelli, prego.
 Consigliere DONATELLI
 Non si tratta di una associazione di idee che stiamo ora sviluppando, penso alle cose dette prima dal Presidente, il Consiglio Comunale, quindi, l'istituzione non questo fisicamente, ma il Consiglio Comunale ha già avviato un percorso non il 23 ma il 25 novembre dove le istituzioni, stiamo parlando dell'Assessore regionale ai trasporti, stiamo parlando dell'amministratore unico di Aeroporti di Puglia, sono venuti qui e hanno preso degli impegni. Allora si tratta ora di continuare a verificare se ci sono questi impegni e a che livello si stanno mantenendo. Penso che, anzi, faccio pure questa precisazione, l'associazione Taranto vola, io non condivido molte delle cose che hanno nella loro piattaforma, però hanno un grande merito quello di aver riaperto un dibattito in questo comune di Grottaglie. Il Consiglio Comunale di Grottaglie non può mancare perchè su questo territorio sono stati operati degli scippi da punto di vista finanziario, ricordo solo i 5 milioni che erano destinati allo aeroporto di Grottaglie che stati dirottati su altri territori, ricordo i 12 milioni che la Regione Puglia aveva destinato alla provincia per la viabilità intorno alla area portuale che hanno preso altre strade. Allora tutti insieme dobbiamo riprendere questo discorso e questo percorso, ritorniamo a fare un momento di riflessione, quindi un Consiglio Comunale aperto ai soggetti che abbiamo detto prima ancora più allargato in questo momento penso che sia doveroso che un gruppo di cittadini che si sta muovendo in questa azione, vada la nostra solidarietà con l'impegno di continuare quel percorso che è già iniziato in questa istituzione.
 PRESIDENTE
 Grazie Consigliere Donatelli. Prego Consigliere Gianfreda.
Consigliere GIANFREDA
 Dico subito che voterò l'ordine del giorno perchè lo ho sottoscritto ma condivido in pieno quello detto dal Consigliere Donatelli perchè poi è la sintesi, alcune cose ha dimenticato, io ero presente a quel Consiglio Comunale del 25 novembre, dove sia l'amministratore unico di SEAP Puglia, Aeroporti di Puglia non aveva detto che aprivamo ai voli civili che la specificità del nostro aeroporto era cargo, quindi anche con i dati alla mano, controbatteva alcune nostre considerazioni e anche di altre persone che erano presenti a quel Consiglio Comunale dicendo che la nostra specificità era in un senso, che era quello cargo. Ritengo come molti altri così come anche quella associazione che come dici tu bene ha il merito di riaprire un dibattito, un dibattito che era un qualche modo assopito, più che altro dalla maggioranza rappresentata in Consiglio Comunale, non voglio fare adesso una critiche, però adesso effettivamente vedo che attraverso questa associazione, anche parlamentari e i Consiglieri regionali di maggioranza che siedono, c'è una attenzione maggiore verso questo aspetto, anche quelli di minoranza, ritengo che il voto debba essere favorevole e può essere unanime con l'impegno che si facciano un altro Consiglio Comunale monotematico aperto anche alle associazioni e chi vuole dare un contributo rinvitando l'Assessore regionale e il Presidente, l'amministratore Di Paola, in modo tale che si possa innescare quel percorso con tutte le preoccupazioni che hai, che sono lecite, anch'io in alcuni miei interventi ho sempre detto che l'apertura dello aeroporto di Grottaglie deve avvenire con imprenditori che camminano con le proprie gambe. Le amministrazioni possono supportare per un certo periodo la Regione Puglia non deve dirottare i fondi destinati allo aeroporto di Grottaglie perchè la aereostazione doveva essere ristrutturata perchè riaprire in quelle condizione l'aeroporto è anche inutile perchè da terzo mondo, mettere tutte quelle opere mettere a disposizione quei fondi, e le amministrazioni locali con cui tenete presente che la Camera di commercio è il maggiore azionista dello aeroporto, della SEAP con l'incentivo di mettere a disposizione i fondi per poter far partire all'inizio ai voli civili non direi manco ai voli charter ma civili, senza nulla togliere allo aeroporto di Brindisi e di Bari, il mio voto sarà favorevole. Grazie.
 PRESIDENTE
 Grazie Consigliere Gianfreda. Consigliere Del Monaco.
Consigliere DEL MONACO
 è ovvio che ci sono delle responsabilità specifiche di Aeroporti di Puglia, perchè i soldi sono stati stanziati.
 PRESIDENTE
 Aveva chiesto il Sindaco di parlare.
 SINDACO
 Penso che al di là dell'ordine del giorno che è una occasione per non essere assenti sul tema è opportuno che anche il Consiglio Comunale riprenda il percorso già tracciato, perchè ci troviamo in una fase particolare sul tema che è stato, come dire, rilanciato sul territorio in epoca anche più sbagliata. In campagna elettorale ricorderete che si è scivolati nel dubbio che questa prospettiva di una società che aveva avanzato una richiesta potesse essere solo strumentale, così non è, però penso che non possiamo essere assenti su questo tema, per più ordini di ragioni primo perchè ci sono iniziative che stanno, come dire, mettendo all'angolo la regione, Aeroporti di Puglia per dare risposta ad un interrogativo che non è di poco conto, perchè quel finanziamento di 5 milioni di euro, quella disponibilità che serviva per abbattere il dubbio che questo aeroporto potesse in qualche maniera assicurare un numero di voli di assicurare una gestione, quei soldi servivano per avviare probabilmente se ci siamo sbagliati sulla prospettiva di un funzionamento è altra cosa, ma in questo periodo coincidono delle richieste un po' strane che a questo punto ci stimolano ancora di più, l'aeroporto di Brindisi vuole il secondo aeroporto, Vernole persino vuole l'aeroporto allora come dire, siccome stiamo già parlando dell'argomento altri, forse se manca Grottaglie in questo ragionamento che ha più titoli anche della prospettiva dello sviluppo dei voli, sia una errore. Senza perdere tempo probabilmente anche noi possiamo recuperare quel discorso già avviato da questo Consiglio Comunale e affiancarci a chi già in queste settimane al di là della Camera di commercio, dell'on. Vico, di tutti i Consiglieri Regionali centro Centro Destra e Centro Sinistra che stanno sollecitando questo tema, Grottaglie non può mancare. Quindi condivido al di là dell'ordine del giorno che in questo punto di vista occasionale ma non risolviamo il problema ma vogliamo come comunità essere presenti in questa discussione. Penso che possiamo tranquillamente immaginare un Consiglio Comunale a breve che valga a richiamare l'attenzione sul tema. Grazie.
 PRESIDENTE
 Grazie Sindaco. Se non ci sono altri interventi pongo in votazione la proposta dell'ordine del giorno relativa al documento di sostegno alla manifestazione presente che si è fatta davanti all'aeroporto di Grottaglie.
  Non essendoci ulteriori richieste di intervento, il sig. Presidente pone in votazione palese, per alzata di mano, la proposta di cui sopra , che viene approvata.
 PRESIDENTE
 L'ordine del giorno è approvato. Alla prossima seduta. Buonanotte a tutti.
 Fine ore 01:00.

lunedì 29 agosto 2011

Consulta per lo sviluppo

video

Il Movimento Aeroporto Taranto (M.A.T.), ha chiesto di entrare a far parte del tavolo "Consulta per lo sviluppo". Il Presidente FLORIDO si è impegnato a discutere della problematica "aeroporto" nella prossima convocazione che avverrà fra 15 gg. circa.

È importante che si parli di aeroporto se si vuole uno sviluppo della città, svincolato dalla grande industria.

sabato 13 agosto 2011

10 DOMANDE AL GOVERNATORE VENDOLA


Carissimo Presidente VENDOLA, in quanto governatore della Puglia e maggiore azionista di Aeroporti di Puglia (AdP)¹, tocca a lei rispondere alle seguenti 10 domande, alle quali penso che lei darà una risposta anche per differenziarsi da …chi vorrebbe sostituire:
       1.       perché, dell'eredità lasciatale da FITTO, non ha voluto cambiare nulla, e cioè  privatizzare  AdP?

2.       perché ha voluto che si spendessero nel 2008 oltre 200 Meuro di soldi pubblici, che si espropriassero migliaia di ettari di terra fertile e si deturpasse la SS. 7 Appia, per permettere il solo atterraggio del Boeing per Alenia?

3.       perché nel 2008 ha promesso² un immenso sviluppo per l'aeroporto e financo voli passeggeri, ed a tutt’oggi il Piano Regionale dei Trasporti ancora non prevede i voli passeggeri?

4.       perché non è possibile (da sempre) fare cargo³, visto che manca l'operatore cargo, non è possibile neanche fare charter perchè dal 5 luglio 2010, tutti charter vengono dirottati4 su Bari e Brindisi?

5.       perché non ha mai chiesto ad AdP a chi è dovuta “l'indecenza” dell'aeroporto di Taranto, perché tocca al cittadino(nella fattispecie: io) chiamare la forestale per lo sfalcio dell'erba e la potatura dei rami5 ?

6.       perché nel 2008, AdP polemizzando con Ferrarese6 , diceva di “non poter chiedere ad un tarantino o un foggiano di andare a Bari o a Brindisi per imbarcarsi su un volo per Milano o Roma… Aprire al traffico i servizi essenziali è un dovere che la Puglia ha nei confronti del territorio, vi deve essere la possibilità di rilanciare tutti i territori e non stabilendo il predominio di uno sull’altro”, cosa è cambiato da allora?

7.       perché con Brindisi al collasso per il record dei passeggeri, si spendono 75 milioni di € per risolvere le …criticità, si ipotizza un secondo aeroporto e non si “usa” Taranto. Non le sembra uno spreco di denaro?

8.       perché non ha chiesto ad AdP di mostrale le relazioni semestrali7, per capire quali promozioni e quali iniziative la società stesse mettendo in atto per i 4 aeroporti?

9.       perché preferisce curare la malattia dei tarantini anziché prevenirla?

La penultima domanda esulava dal contesto, ma serve a dimostrare che quando vuole, Lei, s’interessa di Taranto. Alla luce di quanto esposto perché non prende in seria considerazione i benefici che potrebbero derivarne dal mettere in pratica l’ultima domanda!

10.   Perché non chiede le dimissioni di DI PAOLA e FRANCHINI, e rivede la …politica di MINERVINI?
Cordiali saluti
Mimmo DE PADOVA (Movimento Aeroporto Taranto)


Note:
¹ SPA partecipata al 99,414%
² esistono dichiarazioni e video
³ il Piano Regionale dei Trasporti attualmente prevede cargo e charter
4 il volo è stato dirottato (come altri 5 a settembre 2010) per “aeroporto indecoroso”
5 Decreto interministeriale (MIT-MEF-DIFESA) n. 4269 in data 6 marzo 2003, di affidamento in concessione alla Società AdP S.p.A. (SEAP S.p.A.) - ex Esercizio Aeroporti Puglia S.p.A.- degli aeroporti civili di Bari, Foggia e Taranto e dell’aeroporto militare, aperto al traffico aereo civile di Brindisi - di cui alla convenzione n. 40 stipulata in data 25 gennaio 2002
6 nel 2008 presidente di Confindustria Brindisi (Gazzetta del Mezzogiorno 21/10/2007)

NUOVO LOGO

DECOLLA SOLO IL DISINTERESSE

articolo del 13-08-2011 Quotidiano di Claudio FRASCELLA.

martedì 2 agosto 2011

3 INDIZI FANNO UNA PROVA!

Lettera indirizzata a:
Presidente Giorgio NAPOLITANO                    
Ministro Altero MATTEOLI                                  
On. Ludovico VICO                                                 
Gov. Nichi VENDOLA                                                            
Pres. Comm. Donato PENTASSUGLIA                            
Cons. Reg. Alfredo CERVELLERA                                      
Cons. Reg. Francesco LADDOMADA                               
Cons. Reg. Patrizio MAZZA                                 
Cons. Reg. Arnaldo SALA                                     
Pres. CCIAA Luigi SPORTELLI                                              
Pres. Prov. TA Gianni FLORIDO                                         
Avv. Luigi ALBISINNI                                                             
Sindaco TA Ippazio STEFANO                                            

Oggetto: costruzione nuovo aeroporto a Brindisi

Vorrei richiamare l’attenzione delle SSVV sulle recenti dichiarazioni del direttore di Aeroporti di Puglia (AdP) FRANCHINI:<… crescita inaspettata …, servono 2 anni per sistemare le criticità, dal 2013 si potrebbe dare il via alla costruzionedi una nuova aerostazione>, queste dichiarazioni succedono a quelle dell’A.U. AdP DI PAOLA e a quelle del pres. Prov. BR. FERRARESE.
Il “disagio” dell’aeroporto di BR è un’urgenza impellente che non va in vacanza. I cittadini e soprattutto i turisti (che visti i disagi potrebbero decidere di non tornare mai più nella ns. terra).
Il Presidente NAPOLITANO proprio in questi giorni ha dato l’esempio: restituiti 15 milioni €, niente scatti a fine mandato e ferie rimandate.
Sarebbe auspicabile anche da noi una scelta simile: anziché costruire un nuovo aeroporto a BR, utilizzare l’aeroporto di TA, costato, appena 3 anni fa, oltre 200 milioni di € e sacrifici (espropriati di migliaia di ettari di terra fertile) per costruire la 4° pista più lunga d’Italia. Sacrifici serviti a nulla, visto che l’Alenia ci fa atterrare il Boeing spola Italia-USA. È assurdo pensare che serva solo a questo!
Anche i voli charter (previsti dal Piano Regionale Trasporti) sono difatti bloccati “per aeroporto indecoroso”, così recita un comunicato di AdP di luglio 2010 (AdP ha la concessione per 40 anni) che ha dirottato a BR un charter che si teneva ogni anno a TA (fedeli chesi recavano a Lourdes).
Si chiede, pertanto, l’immediato utilizzo dell’aeroporto di TA, che nel 1999 in occasione della guerra nei Balcani, ha ricevuto e dovuto smaltire tutto il traffico aereo di BA e BR senza nessun problema.
Ricordo all’Ill.mo Presidente NAPOLITANO che il Movimento presieduto dal sottoscritto ha inoltrato ricorso (prot. SGPR 0074066P con 1.074 firme allegate), che Ella ha accettato e passato al Ministero competente per un’istruttoria.
Cordiali saluti
Mimmo DE PADOVA
Mov. Ae. TA

Taranto 30/07/2011








Riattivazione dell'aeroporto di Taranto

Si è svolta giovedì 28 luglio 2011 la manifestazione per la riattivazione dell'aeroporto; tutti con valigia e trolley, pronti a fare il check-in ed a imbarcarsi.
video Rai 3

video Blustar Tv

video Studio 100