martedì 31 gennaio 2012

POSTI DI LAVORO



Se aspiriamo a un lavoro che ci consenta di viaggiare, incontrare sempre persone nuove e venire a contatto con culture diverse, allora fare domanda presso una compagnia aerea potrebbe essere ciò che fa al caso nostro. Oltre alle imprescindibili figure professionali del pilota e degli assistenti di volo, molte altre sono quelle richieste: addetti alle vendite, alle prenotazioni e al marketing, ingegneri meccanici, elettronici e aerospaziali, hostess e steward di terra che si occupano del check-in e dell’assistenza ai clienti, senza contare coloro che lavorano nel settore del trasporto merci (denominato in gergo “cargo”) che ricomprende ruoli chiave quali magazzinieri e esperti di logistica.
Per chi fosse interessato, è ora di farsi avanti perché è tempo di assunzioni. Ecco quindi le opportunità da non lasciarsi sfuggire nel 2012:
•    Ryanair, compagnia low cost irlandese, prevede 1000 posti di lavoro aggiuntivi da collocare all’interno delle nuove basi di Billund (Danimarca), Palma di Maiorca (Spagna), Manchester (UK) e Pafos (Cipro). Un aumento di personale è atteso anche all’aeroporto di Orio al Serio (Bergamo) a seguito dell’inaugurazione di tre nuove tratte. In particolare, si ricercano ingegneri che abbiano padronanza della lingua inglese, piloti e staff da inserire come cabin crew member. In quest’ultimo caso i requisiti sono: bella presenza, altezza minima di 1,57 m, ottima conoscenza dell’inglese e nessun deficit della vista. Bisogna inoltre essere esperti nuotatori, socievoli e predisposti alle relazioni interpersonali, nonché pratici e in grado di far fronte agli imprevisti.  Il 21 febbraio si terrà una giornata di recruitment a Roma, durante il quale i candidati sosterranno anche un test di inglese;
•    Emirates Airlines è leader tra le compagnie aeree degli Emirati Arabi e incontrerà i candidati alle posizioni di hostess e steward il 2 febbraio a Milano, l’11 febbraio a Roma e il 18 febbraio a Napoli. In questo caso i requisiti sono: età minima di 21 anni, lunghezza minima di 212 cm dalla punta della mano al piede avendo il braccio teso, diploma di scuola superiore e padronanza della lingua inglese. Attualmente Emirates sta cercando in Italia anche supervisori e agenti preposti ai servizi aeroportuali e alla biglietteria;
•    British Airways guarda invece ai giovani laureati. Tra gennaio e marzo selezionerà talenti in diverse discipline da inserire in un programma in partenza il 23 luglio 2012 volto alla formazione di figure professionali negli ambiti delle risorse umane, management, IT, legale, finanziario e amministrativo, tecnico-meccanico e cargo.
Fonti: Libero, WalkonJob e Ryanair

lunedì 30 gennaio 2012

MA SONO GLI STESSI?

nota di Gianluca COVIELLO dal TARANTOGGI del 30/01/2012

29/01/2011 conferenza stampa
A distanza di un anno, mi chiedo: ma sono gli stessi, quelli che hanno detto no ad 1 milione di € e ai voli Ryanair a Taranto?
Un anno fa: Donato PENTASSUGLIA, Francesco LADDOMADA, Patrizio MAZZA, Alfredo CERVELLERA e Arnaldo SALA, condivisero le nostre lotte a favore di una piena riattivazione dell'aeroporto di Taranto. Cercammo di spiegare loro, tutte le magagne che erano state compiute ai danni dell'infrastruttura e del territorio. Decidemmo il percorso di comune accordo e tracciammo le tracce:
02/04/2011 - audizione in Regione Puglia in V Commissione trasporti per sentire le ...ragioni di Domenico DI PAOLA (AdP) e Guglielmo MINERVINI (ass. mobilità PD);
27/09/2011 - approvazione del Consiglio Regionale di un'ODG che obbligava AdP ad attivare tutti gli strumenti per promuovere i voli passeggeri e cargo a Taranto. L'ODG è stata una grande vittoria che integrava una legge (ho presentato anche ricorso al Capo dello Stato On. GiorgioNAPOLITANO)che vedeva per l'aeroporto di Taranto: solo cargo;
29/09/2011 - dopo la consegna del "Dossieraeroporto", interrogazione dell'On. Antonio DI PIETRO alla Camera dei deputati. Per la 1ª volta, l'aeroporto di Taranto, riceve le giuste attenzioni;
28/12/2011 - gli stessi Consiglieri (senza la maggioranza), ritirano l'emendamento 27/ter (prevedeva 1 milione di € ed alcuni voli Ryanair), dietro la promessa dell'ass. MINERVINI della presentazione di un piano per l'aeroporto di Taranto;
25/01/2012 - la presa in giro è totale;
26/01/2012 - Le lacrime di coccodrillo si sprecano, Alcuni gongolano, Altri prendono le distanze, Altri tacciono.
Alcuni di questi signori si presenteranno alle prossime elezioni e prometteranno mari, monti e ...aerei, intanto un anno fa dicevano questo:

e ancora:








LA RISPOSTA DI MINERVINI

assessore alla mobilità Guglielmo MINERVINI
questa è la risposta (su facebook) di Guglielmo MINERVINI 
Allora. Andiamo in ordine.
Primo punto. Ci dimentichiamo dei finanziamenti per Taranto? Esattamente il contrario. Mentre eravate accaniti in questa discussione, a Roma abbiamo promosso un importante vertice per sbloccare i finanziamenti (già assegnati e certi) al porto di Taranto, pari a un ammontare di 400 milioni di euro!!! Quella riunione, la certezza delle risorse e dei tempi (soprattutto), salvano subito almeno 400 posti di lavoro (150 erano già in cig) e pongono la prospettiva di un rilancio enorme delle potenzialità del porto di Taranto. Ancora sulle risorse. Altri 300 milioni di euro sono attualmente in disponibilità di comuni, provincia, ecc per strade e ferrovie. Infine, in queste ultime settimane, siamo riusciti a far assegnare altri 14 milioni di euro all'aereoporto di Grottaglie, 4 per il potenziamento dei sistemi di controllo e 10 per i piazzali. Stiamo lavorando per guadagnarne altri 40 milioni di euro per la viabilità e la connessione ferroviaria attorno all'aereporto. C'è qualcuno che osa parlare ancora del milione di dicembre?
(anche nel 2008 ci avevano assegnato 12 milioni di € per la la viabilità attorno all'aeroporto, nel 2011 la Provincia ci dice che la Regione gli ha ritirati. Per non parlare di altri 120 milioni, che ballano, e sui quali si esprimerà la Magistratura).

Secondo punto. Per Grottaglie, sin dal piano regionale dei trasporti e con l'ultimo piano dell'Enac, la destinazione è di "unico" aereporto cargo del Mezzogiorno, da integrare nel sistema portuale. Ed è quanto stiamo tentando di tradurre nei fatti, col Log_in, la piattaforma logistica aereonautica ionica, che abbiamo presentato in commissione qualche giorno fa. Si tratta di un progetto strategico molto ambizioso sia sul piano economico sia su quello occupazionale.Ovviamente si può dissentire ma considero insopportabile chi sbeffeggia cose complesse, serie e molto concrete (alcuni altri insediamenti sono già in corso).
(mentre prima eravamo cargo, ora siamo "unico aeroporto cargo nel sud". La presa in giro ora è nazionale. Senza contare che di cargo a Taranto non c'è nulla; il cargo si fa a Bari e Brindisi).

Terzo punto. Si può aprire ai voli civili l'aereporto di Grottaglie? Mi spiace che non leggiate nemmeno un pò di stampa. Qualche giorno fa, l'Enac ha consegnato la sua pianificazione al ministero delle infrastrutture ponendo come soglia minima per la sopravvivenza degli aereporti almeno 1 milione di passeggeri. Brindisi da poco lo ha superato: vogliamo resettare e ricominciare da Grottaglie? L'Ho detto ai consiglieri: si può fare tutto ma dobbiamo essere consapevoli delle conseguenze. Inoltre, i voli civili, oltre a un sostegno per lo start up, richiedono pesanti oneri (AdP sta facendo una scheda molto puntuale) per i servizi. Oggi questo non è sostenibile dal punto di vista trasportistico, finanziario e di razionalità.
(ridateci i soldi che avete ...distratto e sottratto a Taranto) 

Quarto punto. Il collegamento ferroviario con l'aereporto di Brindisi è indispensabile, ripeto indispensabile, per integrare quella infrastruttura al sistema territoriale ionico-salentino. Per cortesia, c'è poco da scherzare e molto da apprezzare. Quindi lo stiamo progettando. 
(non possiamo andare a Roma in treno ma in compenso andremo a Brindisi).

Quinto punto. Volentieri proseguo il dialogo con tutti su questo argomento. Ma a due condizioni: se il linguaggio si mantiene su toni civili e rispettosi (e, invece, è scaduto parecchio nell'insulto) e se non assume la forma ossessiva dello spamming. Non banniamo nessuno, se non per difenderci dalla volgarità.
(la volgarità, che anch'io disapprovo, è quella che ha perpetrato Aeroporti di Puglia in tutti questi anni).
ps. all'assessore MINERVINI: si scrive aeroporto e non aereoporto o aereporto, per un assessore alla mobilità è il minimo richiesto.

risposta di MINERVINI: Se si trattasse di aprire aereporti, tutti ne vorrebbero uno sotto casa. Aprire un aeroporto per fare due voli al giorno è come aprire una gelateria per fare due gelati al giorno. Non si regge, è assurdo. Quanto ai tapiri divertitevi pure.
(l'aeroporto è aperto e, deve rimanere aperto per Alenia - altrimenti il Boeing proveniente da Seattle non può atterrare in Puglia - Grottaglie è il 1° aeroporto costruito in Puglia, sono altri che sono arrivati dopo. Ad ogni caso il 9 febbraio c'è un volo con partenza alle 14:30; provate a bloccarlo?).

domenica 29 gennaio 2012

IL CONTRIBUTO DI WEMAG

Wemag del 26 gennaio 2012
il ...contributo di Wemag alla causa "aeroporto di Taranto"

NUOVO VOLO DA TARANTO


questo è l'aereo della Mistral Air che partirà per Lourdes il 09/02/2012 alle 14:30.
Fatti! non chiacchiere (come quelle che vengono fatte a Bari e a Taranto).
Siete tutti inviati a venire in aeroporto.

giovedì 26 gennaio 2012

LA PROMESSA E I COCCODRILLI

comunicato di Alfredo CERVELLERA (SEL)

in risposta al comunicato dell'amico Alfredo Cervellera
che titola "la montagna ha partorito il topolino".
Io, invece, direi “la promessa ha partorito i coccodrilli”, che ora recitano il “mea culpa”. Ma il 29 dicembre2012, noi l’avevamo detto che, ritirare l’emendamento è stata una castroneria!
Avete voluto farvi prendere in giro! Dico “avete voluto” perché vi ritengo molto intelligenti, per non capire che era un “prendere tempo” quello dell’ass. MINERVINI. E d’altronde, anche noi siamo molto intelligenti per non capire le “dinamiche politiche” e gli stop imposti da VENDOLA ai consiglieri di maggioranza (ma anche la minoranza non è che abbia fatto molto).
Cosa vi aspettavate ieri? Francesco DONATELLI da tempo aveva intuito le …proposte di AdP (li conosce bene). Come si può definire il riproporre dopo 3 anni un Masterplan del 2008 mai ratificato?
Cosa c’entrano gli investimenti industriali adiacenti l’aeroporto con (te lo chiedi anche tu) la “mission” dell’aeroporto che deve offrire mobilità ad un territorio mortificato in questo settore?
Affermare che dopo 9 anni dal PRT (Piano Regionale Trasporti), che affidava a Taranto la “vocazione cargo”, e di cargo (intese come strutture e operatori) non c’è nulla, a noi cittadini fa rabbia, ma a voi politici dovrebbe far venire seri dubbi sull’utilità della vostra presenza sugli scranni regionali.
In quanto ai soldi mancanti all’aeroporto di Taranto (per realizzare strutture cargo), sono materia dell’Esposto alla Magistratura di Taranto.
Registro la tua soddisfazione per le 8 navette in partenza da Taranto (ho seri dubbi), ma ti metto in guardia perché la data non sarà fine marzo, ma il 1° Aprile!


Questa è la risposta piccata (al sottoscritto) del Presidente della V Commissione trasporti alla regione Puglia Donato PENTASSUGLIA:

... questo lo dico per evitare, visto che per qualcuno siamo apparsi all'indomani della commissione della riunione qui dei coccodrilli, noi non siamo e non andiamo a Bari a piangerci addosso. Perché corre voce a Bari che la conferenza ha aperto l’altro giorno si deve chiudere perché  alla litigiosità tarantina è bene spostare gli investimenti in altra parte del territorio pugliese, questo sarebbe un danno grave e mi auguro invece che si possa aggiornare a che punto è e di chi è la colpa se non ci sono i pareri, o chi non si è presentato alle conferenze, così incominciamo a richiamare alle responsabilità. Perché io che non sono un coccodrillo e non sono uno che si piange addosso,
  1. nessuno ha mortificato e non si vuole aprire la procedura cargo per Grottaglie, penso che non sia stato modificato almeno per quello che ne so io, il documento di programmazione del piano regionale dei trasporti;
  2. alla domanda ricorrente, il sistema della mobilità, ci vogliono le compagnie, perché quell'intervento da un milione di euro che abbiamo consapevolmente ritirato, ma sapendo che tipo di lavoro c’è dietro e a che tipo di lavoro siamo arrivati il 25/01/2012, certo che può essere riproposto, ma sulla base di quale progetto e di quale pianificazione? se davvero vogliamo parlare di sviluppo e come aggrediamo la tempistica per dare risposta alle persone che sono disoccupate, soprattutto capire come si occupano quegli spazi che sono stati sottratti all'agricoltura, all'agricoltura di qualità.

mercoledì 25 gennaio 2012

TARANTO - AEROPORTO CARGO

sunto della stenotipia del Consiglio Comunale di Grottaglie del 25/11/2012 
Estratto dal Consiglio Comunale Grottaglie 

Mimmo DE PADOVA - Movimento Aeroporto Taranto
Ing. DI PAOLA domani vorrei fare un volo cargo, mi dice l'operatore cargo che opera su Grottaglie?

Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
Lei sa perché non abbiamo nulla di quello che dice lei? Perché il cargo non lo fa l'aeroporto, non lo Malpensa, non lo fa Fiumicino, lo fanno gli operatori.
(dal 2007 non è mai stato fatto un bando per operatori cargo)





Si continua a proferire la parolina "cargo" per mettere a tacere il territorioDi cargo a Grottaglie non c'è nulla! Servirebbe un'interrogazione (di Ludovico VICO), per chiedere che fine hanno fatto i soldi che servivano a realizzare le strutture cargo.
A Grottaglie dal 2007 non è possibile fare nessun cargo! A Grottaglie non c'è neanche un muletto per tirar su un pallet di bottiglie d'acqua.
I sigg.ri di Aeroporti di Puglia, con la complicità di amministratori locali, continuano a menare la storia del cargo (che invece viene fatto a Bari e Brindisi).
La concessione fra ENAC e SEAT prevede la totale imparzialità nella gestione dell'aeroporto, che come tale, deve fare sia cargo che passeggeri.
Quindi, se vogliamo continuare aggiungere la parolina cargo ai vari Distripark e Piastra logistica etc..., si faccia pure!

i dati cargo divulgati dall'ENAC
nella tabella è palese ed evidente lo scambio di cargo fra Bari e Brindisi (che dal 2010 ha dovuto cedere molto cargo per evitare di collassare).
A Taranto, furbescamente, viene definito "cargo" l'atterraggio del Boeing per Alenia.

martedì 24 gennaio 2012

ALBISINNI > AEROPORTI di PUGLIA

  
video



L'avv. Luigi ALBISINNI spiega il perchè dell'Esposto-denuncia alla Procura della Repubblica di Taranto contro Aeroporti di Puglia.

NON DISTURBATE IL MANOVRATORE

Donato PENTASSUGLIA PD Presidente V Commisione trasporti Regione Puglia

Domani 25 gennaio 2012 è una tappa importante per lo sviluppo del territorio ionico. Domani nella V Commissione trasporti, presieduta dal tarantino Donato PENTASSUGLIA (PD), e composta da altri tarantini, si terrà una riunione incentrata sul “piano di sviluppo per l’aeroporto” presentato dall’assessore alla mobilità Guglielmo MINERVINI (PD).
Ricordiamo che il 28 dicembre 2011, questa promessa ha fatto ritirare l’emendamento 27/ter, che prevedeva 1 milione di € ed alcuni voli Ryanair. Quel giorno stesso, Foggia incassava 1,5 milioni di € e la ripartenza dei voli da Gino LISA, con la promessa di allungare la pista e portarla a 2.000 mt. (14 milioni di €).
I nostri Consiglieri Regionali sono convinti di spuntare di più (come dichiara PENTASSUGLIA anche nel video).
Il messaggio dei Consiglieri Regionali ed in particolare del Presidente Donato PENTASSUGLIA (PD) è stato chiaro: "sappiamo quello che facciamo, e domani otterremo molto di più, rispetto al milione di € ed alcuni voli Ryanair".
Messaggio chiaro, in pratica: NON DISTURBATE IL MANOVRATORE!
Vorrei solo ricordare che, ribadire "aeroporto CARGO", come hanno fatto PENTASSUGLIA (PD) e LOSPINUSO (PDL), significa ancora una volta prendere in giro i tarantini.
DI STRUTTURA CARGO A GROTTAGLIE NON C'E' NULLA!!!!!

Pietro LOSPINUSO PDL
Attendiamo fiduciosi!



La verità, piano piano viene fuori. Che ci fosse stato un accordo, lo sapevamo.
L'altra sera a Studio100, Pietro LOSPINUSO (PDL) si è addossata la paternità della scelta (in coppia con Pietro FRANZOSO PDL), hanno fatto lo "scambio": 
Brindisi=passeggeri, Taranto=Alenia.
Per ribadire la vocazione "solo industriale" del territorio.

ps. Un minimo di conflitto d'interessi, nessuno l'aveva intravisto, e la SINISTRA (dura e pura), neanche?

sabato 21 gennaio 2012

DIRITTI AEROPORTUALI (MANCATI)

tasse aeroportuali
Le tasse aeroportuali che incamera il territorio sono: 4,50 € a passeggero.

tasse incamerate nel 2010
Nel 2010 il territorio di Bari ha incassato circa 17 milioni di €, quello di Brindisi 8,6 milioni di €, Grottaglie 148 mila €.
Di questo mancato guadagno, stranamente, non ne parla nessuno. Non ne hai mai parlato l'ex sindaco Raffaele BAGNARDI, sempre impegnato nel supportare il famigerato-cargo e a tessere le lodi di Aeroporti di Puglia.

IL SACCHEGGIO


DI PAOLA definisce, l'espianto di 200 alberi d'ulivo (in totale furono 1.640, 800 secolari!!!!!) poi ripiantati nell'aeroporto di Bari ed in parte Brindisi, un "segno tangibile di cooperazione" regionale. Sarà, ma io lo vedo più come un vero e proprio saccheggio, con la complicità delle amministrazioni locali. Questioni di punti di vista!

mercoledì 18 gennaio 2012

25 GENNAIO 2012 LA PROMESSA DI MINERVINI

audizione del 12/04/2011 V Commissione trasporti Regione Puglia

Riunione del 25/01/2012 in V Commissione trasporti
Il giorno 9 gennaio è stata inoltrata una mail ai consiglieri: PENTASSUGLIA, CERVELLERA, MAZZA, LADDOMADA, e.p.c. SALA, per chiedere di essere invitati (come già accaduto in passato 12/04/2011).
La riunione è stata voluta dall’assessore alla mobilità Guglielmo MINERVINI per presentare un “piano straordinario per l’aeroporto”.
Ricordo che questa “accorata” richiesta ha fatto ritirare il 29/12/2011 (ai consiglieri: PENTASSUGLIA, CERVELLERA, MAZZA, LADDOMADA e MAZZARRANO) l’emendamento 27/ter (prevedeva lo stanziamento di 1 milione di € e l’attivazione di alcuni voli Ryanair).
Si spera che il 25 non sia l’ennesima promessa, o l’ennesimo rinvio, perché, con la recente denuncia dell’avv. Luigi ALBISINNI alla Procura della Repubblica di Taranto (condivisa dal Movimento), è definitivamente passato il tempo delle richieste col cappello in mano, o le improvvise “voglie di volare”; il nostro è un “diritto” che faremo valere in tutte le sedi. 

Questa la mail, alla quale, al momento non è giunta neanche la “conferma di lettura”:

Al Presidente della Commissione V (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio)
Sig. Donato PENTASSUGLIA
I sottoscritti: Mimmo DE PADOVA e Francesco GRAVINA, rispettivamente coordinatore del Movimento Aeroporto Taranto e Presidente TarantoVola, chiedono alla S.V. di poter partecipare (come auditori) alla riunione che si terrà il 25 c.m. presso la Commissione da Ella presieduta.
La seduta riveste una importante tappa verso la piena attivazione dell’aeroporto di Taranto (così come prevede il P.R.T.) con la presentazione da parte dell’ass. Gugliemo MINERVINI di un rivoluzionario “Piano strategico”, che ha comportato il ritiro dell’emendamento (che assegnava 1 milione di € allo scalo tarantino) in data 29/12/2011.
Fiduciosi di un sicuro accoglimento della richiesta, si porgono i più
Cordiali saluti
Mimmo DE PADOVA
Movimento Aeroporto Taranto

Si allega: nota n. 6794 della Regione Puglia



lunedì 16 gennaio 2012

PERCHE' M.A.T. & ALBISINNI


da "Focus" BlustarTv

Il Movimento Aeroporto Taranto apprezza e condivide l’iniziativa dell’avv. LUIGI ALBISINNI.
D'altronde, non potrebbe essere diversamente, visto che parte dei documenti serviti alla stesura dell’Esposto, sono stati studiati e inoltrati dal M.A.T..
La stima nei confronti dell’avv. ALBISINNI è nata nel Consiglio Comunale del 25/11/2010 a Grottaglie, dove in veste ancora di assessore alle attività produttive della Provincia di Taranto, ebbe a controbattere l’ing. Domenico DI PAOLA con un fare da esponente della società civile poco avvezzo alle lungaggini politiche, chiedendo perentoriamente “…i 5 milioni sottratti a Taranto, ce li date o no!”. Obbligando DI PAOLA ad affermare (c’è la stenotipia) “… i 5 milioni raddoppieranno, diventando 10 milioni”.
L’apprezzamento della persona è nato lì. Apprezzamento condiviso da altri amici del “settore”: GRAVINA, CAPPIELLO, LACAVA, ANNICHIARICO…
Dal dicembre 2010, ci siamo messi al lavoro spulciando carte e documenti che sono stati affidati ad ALBISINNI, che con umiltà, non fidandosi del suo fin troppo coinvolgimento (nel senso di sdegno per una situazione assurda), ha pensato bene di farsi rappresentare al meglio dall’avv. Antonio RAFFO.
L’avv. Antonio RAFFO, dall’alto della sua enorme competenza ed esperienza (con l’assenso di Luigi ALBISINNI), ha deciso di puntare su pochi, ma chiari obiettivi e, ai primi giorni del 2012 è stato presentato l’Esposto alla Procura di Taranto, decidendo di darne notizia ai media e alla cittadinanza con la conferenza stampa di sabato 14 u.s..
Il M.A.T. da sempre movimento apartitico, appoggia l’iniziativa, e non potrebbe essere altrimenti; nello statuto è scritto chiaramente che: il M.A.T. avrebbe appoggiato qualsiasi candidato (di qualsiasi schieramento politico) disposto a fare qualcosa di “concreto” per la riattivazione dell’aeroporto.
Ci auguriamo che la Magistratura, analizzi l’Esposto e decida in totale autonomia. Ma nel frattempo non rimaniamo fermi, ma attendiamo “buone notizie” anche dalla CEE.
Mimmo DE PADOVA
Movimento Aeroporto Taranto

domenica 15 gennaio 2012

DENUNCIA AdP - VIDEO e DOCUMENTI

conferenza stampa
Video:

Documenti:
i 10 milioni promessi dall'ing. Domenico DI PAOLA

i 120 milioni del bilancio 2009 AdP 

i lotti destinati a Taranto

le finalità del bando 5572007

i motivi dei dirottamenti su Bari e Brindisi

sabato 14 gennaio 2012

ESPOSTO "CONTRO IGNOTI" - AEROPORTO DI TARANTO

2012 - conferenza stampa dell'avv. Luigi ALBISINNI

ricordate "il dado è tratto" di qualche giorno fa, ebbene, ora è veramente fatta: per la prima volta a Taranto, un atto concreto.
Luigi Albisinni ha sporto denuncia verso ignoti (chi vuole intendere, intenda), per la questione Aeroporto di Taranto.
Dei tanti blah blah, delle tante voglie di volare, delle tante iniziative etc..., per la prima volta (ripetiamo per la prima volta) viene denunciata alla Procura delle Repubblica di Taranto, 10 anni di probabili "malefatte" ai danni del territorio tarantino.
E' singolare che la denuncia venga fatta da un tarantino che vive lontano da Taranto, e tornandoci, si rende conto dello stato di degrado sociale e morale, della rassegnazione (in alcuni casi incapacità) in cui vive il popolo tarantino, da anni governato da una classe politica incapace che sa solo piangere sul latte versato.
Che poi Luigi Albisinni utilizzi questa sua coraggiosa "presa di posizione" per il suo progetto politico "Tarantocè" ci pare anche giusto.
Non stiamo tessendo le lodi di un politico, ma di una persona che ha il coraggio delle proprie azioni: concrete. 

questi alcuni documenti che hanno documentato l'esposto in Procura:
delibera CEE 55/2007


i lotti 22 e 23 previsti con partenza da Taranto


bilancio 2009 di Aeroporti di Puglia (98 milioni di €)


nel 2010, AdP dichiara che "l'aeroporto è INDECENTE"



Consiglio Comunale Grottaglie, dichiarazioni dell'ing. Domenico DI PAOLA

questo è il video dell'intervento di Luigi Albisinni;

sabato 7 gennaio 2012

INTERROGAZIONE DI ROCCO PALESE

l'interrogazione di Rocco PALESE
I miei dubbi circa la pratica della regione Puglia di finanziare Ryanair, cominciano a farsi strada nella mente anche dell'opposizione (altrimenti che ci sta a fare?).
Rocco PALESE ha deciso di fare un'interrogazione:
Il caso Ryanair, diventa un caso politico perché c'è una partito, il PdL, che chiede spiegazioni alla Giunta Vendola.

Anche l'opposizione chiede chiarimenti alla Giunta regionale pugliese sul caso Ryanair sollevato dal Tg Norba; lo farà con un'interrogazione che il capogruppo del PdL Palese ha preannunciato ieri con una nota nella qualene spiega le ragioni.
In base a quali presupposti di legge, con quale rapporto costi-benefici - scrive Palese - la Regione Puglia finanzia una compagnia aerea privata, come l'irlandese Ryanair.
Rocco Palese ha scoperto che il contributo di 11 milioni che quest'anno la Regione elargirà alla compagnia aerea sarà interamente a carico del bilancio autonomo, non più come per l'anno scorso quando i soldi arrivarano da finanziamenti europei; quest'anno saranno direttamente i pugliesi a pagare dalle loro tasche 11 milioni alla Ryanair a danno, presumibilmente, di altre iniziative a sostegno e rafforzamento del trasporto locale; e allora - si chiede Palese - esattamente come abbiamo chiesto noi nei giorni scorsi, perché si devono pagare tutti questi soldi ad una compagnia aerea straniera, privata senza nemmeno uno straccio di gara pubblica? Perché, ad esempio, altrecompagnie che fanno scalo a Bari e Brindisi non ricevono un identico trattamento? E ancora, i soldi dei pugliesi si elargiscono in cambio di cosa? Il capogruppo del PdL nell'interrogazione che presenterà a Vendola e Minervini sottolinerà il fatto che il presunto sviluppo del turismo, che sarebbe collegato agli 11 milioni pagati alla Ryanair, è tutto da dimostrare, anzi, non è affatto dimostrato perché impossibile da dimostrare; e allora perché sirecano di questi tempi questi soldi?...

Mi sembra tuttora strano che si elargiscano 12 milioni di € senza promuovere dei bandi pubblici, ma si dia l'ok a "trattativa privata".
Apro una parentesi: dovete sapere che nella Scuola, qualsiasi acquisto (anche delle matite e carta igienica), prevede una gara; stiamo parlando di decine di €, immaginiamoci per 12 milioni di €.
Il sig. MINERVINI ha fatto i conti: ogni turista spende 90,00€ al giorno, moltiplicato per i passeggeri 2 milioni (qui ha un pò mischiato turisti e passeggeri, ma si sa: la propaganda non va tanto per il sottile), fa una cifra notevole. Visti tutti questi guadagni, facciamoli funzionare a dovere gli aeroporti e in special modo quello di Taranto che potrebbe annoverare come bacino di traffico anche quello calabro-lucano, fino ad arrivare a circa 3 milioni di passeggeri.